Dott.sa Stefania De Chiara

Medico Chirurgo
Perfezionata in Dietologia Clinica
Master II livello internazionale

Stadtgasse, via centrale, 43 39031 Bruneck/Brunico (Bz)
s.dechiara@lifekey.it

Dott. Massimo Vitarelli

Laureato in Medicina e Chirurgia Esperto in Fisiologia dell’Esercizio Fisico
Stadtgasse, via centrale, 43 39031 Bruneck/Brunico (Bz)
m.vitarelli@lifekey.it

Programma Benessere Intestinale

HomeProgrammi NutrizioneProgramma Benessere Intestinale

Programma Benessere Intestinale

L’intestino viene considerato anche il nostro secondo cervello, infatti come quest’ultimo è dotato di una fitta trama di neuroni, strettamente interconnessi tra loro.
Questo complesso sistema, lungo circa 6 metri, ospita al suo interno tantissimi ceppi batterici e funghi: il microbiota. La salute di questi nostri inquilini buoni (simbionti/eubatteri) è indispensabile per prevenire patologie metaboliche: diabete e obesit; patologie neurodegenerative: Alzheimer; e patologie del sistema immunitario: asma, eczema, eccessiva permeabilità intestinale ( leaky-gut ).

Le alterazioni del microbiota sono causate dagli alimenti, dall’uso non disciplinato di antibiotici, da farmaci inibitori di pompa (usati senza scadenza, per curare reflusso gastro-esofageo/ gastriti/ulcere), dall’inversione o alterazione del ritmo abituale sonno-veglia.
Nuovi studi testimoniano che i nostri batteri intestinali possono influenzare il nostro appetito, e quindi la nostra personale predisposizione a sviluppare obesita’, la nostra capacità di utilizzare i nutrienti (a scopo energetico o a scopi di riserva) ed il nostro tono dell’umore.

Il programma viene strutturato per correggere gli squilibri della flora batterica (disbiosi), aiutando il paziente a scegliere gli alimenti più indicati in relazione ai suoi disturbi prevalenti, ottimizzando la qualità della vita.

Obiettivi:
Riduzione gonfiore intestinale, miglioramento digestione lenta e reflusso gastroesofageo, riduzione flatulenza, miglioramento sintomi intestino irritabile diarrea/stitichezza, miglioramento reattività e migliore gestione del senso di fame e del senso di sazietà.

Post a Comment